2°Circolo Didattico San Cataldo
via Santa Maria Mazzarello, s.n. - tel. 0934/571394 - Fax 0934/571563
C.F. 80005420858 - Codice Univoco Fatturazione Elettronica UFR42M 
E-mail clee02500p@istruzione.it  - E-mailclee02500p@pec.istruzione.it

mese precedenteMaggio - 2019mese successivo
LuMaMeGiVeSaDo
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
  

INCLUSIONE

A seguito della Direttiva M. 27/12/2012 e CM n° 8 del 6/3/2013 la nostra Scuola ha elaborato anche per l’Anno Scolastico 2014/15,  il “Piano Annuale per l’Inclusività”  alla stesura del quale hanno collaborato la Funzione strumentale preposta e i docenti di sostegno.

La nozione di inclusione, oggetto della nuova normativa d’indirizzo per la programmazione didattica delle scuole, apporta una significativa precisazione rispetto alla precedente nozione di integrazione. Il concetto di inclusione attribuisce importanza all’operatività che agisce sul contesto, mentre col concetto di integrazione l’azione si focalizza sul singolo soggetto, cui si imputano deficit o limiti di vario genere e a cui si offre un aiuto di carattere didattico e strumentale per il superamento o il mitigamento degli stessi e per essere integrato nel sistema . Si tratta di un cambiamento di prospettiva che impone al sistema  “scuola” una nuova impostazione e , quindi, importanti modifiche:

  • esse debbono avvenire nella concretezza e nella prassi ordinaria, quindi dall’interno;
  • il nuovo punto di vista deve essere eletto a linea guida dell’attività educativo -didattica quotidiana, ovvero della “normalità” ( non della “straordinarietà” ) del funzionamento scolastico.

Ne consegue che: l’adozione di questa ottica impone la personalizzazione dei percorsi educativi e di apprendimento per i soggetti individuati come BES, ma anche per tutti i nostri studenti.

La scelta della scuola del 2°Circolo è, quindi, quella di leggere l’inclusione come impegno a valorizzare al meglio le dotazioni individuali, espressione delle ricchezze uniche e differenti che caratterizzano ciascuna persona. Le progettazioni di questi alunni saranno in realtà arricchite da tanti contributi che possono provenire dalla valorizzazione dell’esperienza extrascolastica e saranno sempre e comunque orientati verso prospettive personali di vita miranti all’integrazione sociale. È da questa “logica del positivo” che muove la proposta di una serie di opportunità ed iniziative volte ad agevolare i percorsi evolutivi degli alunni con Bisogni Educativi Speciali.

Tali opportunità si concretizzano nelle seguenti azioni:

  • piani d’integrazione specifici per ciascun alunno con D. S. A. ;
  • piani di inclusione per alunni diversamente abili;
  • laboratori per le attività di recupero e potenziamento per alunni diversamente abili;
  • documentazione delle attività educativo- didattiche di sostegno, finalizzato alla costruzione del FASCICOLO PERSONALE ( P. E. I.) di ciascun alunno in situazione di handicap;
  • piano didattico personalizzato per alunni in difficoltà di apprendimento (P. D. P.);
  • piani didattico personalizzato per alunni con svantaggio socio-economico, linguistico, culturale (P. D. P.);
  • progetti per l’insegnamento delle attività alternative all’IRC;
  • collaborazioni con associazioni del territorio. una scuola in grado di integrare tutti e ciascuno

L'impegno della nostra scuola è quello di voler integrare tutti e ciascuno, valorizzare al meglio le dotazioni individuali e aiutare ogni alunno della classe a sentirsi parte integrante di un gruppo. Partire da questi presupposti significa collocare gli alunni, nel contesto di una “pedagogia della speranza” che, a scuola, va oltre la parzialità di impostazioni tecnicistico-riabilitative e abbraccia la causa del progetto di vita globale.
Le progettazioni di questi alunni saranno in realtà arricchite da tanti contributi che possono provenire dalla valorizzazione dell’esperienza extrascolastica e saranno sempre e comunque orientate verso prospettive personali di vita miranti all’integrazione sociale. È da questa “logica del positivo” che muove la proposta di una serie di opportunità ed iniziative volte ad agevolare i percorsi evolutivi degli alunni in difficoltà.


Tali opportunità si concretizzano nelle seguenti azioni:

Progetto di Ippoterapia A.S. 2013/2014

Progetti d’integrazione specifici;

Progetti di inclusione per alunni diversamente abili (Prog. I CARE);

Laboratori per le attività di recupero e potenziamento per alunni diversamente abili;

Formulario per la documentazione delle attività educativo-didattiche di sostegno, finalizzato alla costruzione del FASCICOLO PERSONALE di ciascun alunno in situazione  di handicap;

Laboratori di personalizzazione per gli alunni stranieri;

  Progetti educativi individualizzati per alunni in difficoltà di apprendimento;

  Progetti per l’insegnamento delle attività alternative all’IRC;

  Collaborazioni con associazioni del territorio.

Progetti in rete


PROGETTO “I CARE”  in rete con il 1°, 4°, 5° Circolo di Caltanissetta e la scuola secondaria di primo grado "G. Carducci".

PROGETTO “TECNOLOGIA e DISABILITÀ “ in rete con il 5° Circolo di Caltanissetta e la scuola secondaria di primo grado "G. Carducci".

Esperienze d'integrazione degli alunni diversamente abili nelle classi


Progetti multimediali

  Cliccando s'impara finanziato dall'USP di Caltanissetta

  Insieme... al computer

  Il computer per creare

Laboratori in orario aggiuntivo per alunni diversamente abili



  Dalla penna al computer

  Insieme si può

  Io e... l'altro

  Dire, fare, creare

Link Utili

La scuola per tutti - integrazione e Bisogni Integrativi Speciali





Torna Stampa i dati
CSS Valido!

COOKIE POLICY
Copyright 2013 by 2°Circolo Didattico San Cataldo Via Santa Maria Mazzarello, s.n.
tel. 0934/571394 - Fax 0934/571563
E-mail clee02500p@istruzione.it E-mail clee02500p@pec.istruzione
Powered by TechMA with OpenVentiquattro Business Solutions